STELLA 81 S.P.A.
Logo Romauno

STELLA 81 S.P.A.

Fallimento 65/2018 - Tribunale di Verona

vendita senza incanto d’azienda in esercizio operante nel settore alimentare (lavorazione carni e produzione salumi)

BENI IN VENDITA - LOTTO UNICO

L’Azienda, la cui vendita senza incanto avviene ai sensi degli artt. 105 e 107, co. 1, l.fall. in un unico lotto, è costituita dal complesso di beni strumentali, materiali ed immateriali, di proprietà della Società fallita, ivi inclusi i rapporti di lavoro con il personale dipendente, fatto salvo per questi ultimi quanto verrà convenuto nell’eventuale accordo sindacale che potrà essere concluso, per il mantenimento anche parziale dell’occupazione, ai sensi dell’art. 47, L. n. 428/1990, il tutto come meglio specificato di seguito:

  1. compendio immobiliare sito in Isola della Scala (VR), via del Lavoro n. 52, censito al locale Catasto fabbricati, foglio 53, particella 417, subalterno 1 (cat. D/1), e al locale Catasto terreni, foglio 53, particella 417, meglio descritto nell’apposito parere interlocutorio di stima depositato dall’ing. Luigi Cipriani in data 09.07.2018;
  2. compendio immobiliare sito in Concamarise (VR), via Alessandro Volta n. 45, censito al locale Catasto fabbricati, foglio 6, particella 97, subalterni 15 (cat. D/7), 6 (cat. A/2) e 7 (cat. A/2), e al locale Catasto terreni, foglio 6, particella 97, meglio descritto nell’apposito parere interlocutorio di stima depositato dall’ing. Luigi Cipriani in data 09.07.2018;
  3. attrezzature, immobilizzazioni materiali e cespiti, ivi inclusi gli autoveicoli, utilizzati nell’esercizio dell’attività aziendale, come identificati e descritti nell’apposito parere interlocutorio di stima depositato dall’ing. Luigi Cipriani in data 09.07.2018;
  4. rapporti contrattuali in corso inerenti all’esercizio dell’attività d’impresa (quali, ad esempio, derivanti da contratti di fornitura, di agenzia, di assistenza professionale, nonché da polizze assicurative e da contratti relativi alle utenze, ai servizi informatici e alla mensa per i dipendenti) e rapporti contrattuali con i clienti (formalizzati o meno), limitatamente a quelli ancora ineseguiti o non compiutamente eseguiti da entrambe le parti; restano invece esclusi dal perimetro aziendale i rapporti bancari;
  5. rapporti di lavoro subordinato in essere con i lavoratori dipendenti;
  6. certificazioni, autorizzazioni e permessi amministrativi relativi all’azienda e all’esercizio dell’attività produttiva;
  7. il know-how aziendale, i marchi registrati, il nome a dominio “stella81.it”, oltre a tutti i nomi commerciali, simboli, segni distintivi e denominazioni con cui sono commercializzati i prodotti aziendali;
  8. debito di complessivi Euro 57.780,00 oltre IVA pari al saldo degli interventi di adeguamento dell’opificio di Concamarise appaltati ad Istal Nuova s.r.l. (c.f. 03101400483, incaricata della fornitura ed istallazione di un impianto di potabilizzazione da allacciare al pozzo) e ad Italbeton s.r.l. (c.f. 01027900222, incaricata dell’installazione di un impianto di separazione delle acque di raffreddamento);
  9. (opzionale) debito per trattamento di fine rapporto maturato dai lavoratori subordinati tuttora alle dipendenze di Stella 81 s.p.a.

    Sono esclusi dal perimetro aziendale tutti i debiti e i crediti (diversi da quelli derivanti da rapporti contrattuali ancora ineseguiti o non compiutamente eseguiti da entrambe le parti) riferibili al periodo antecedente la cessione dell’Azienda, ad eccezione del TFR dei lavoratori trasferiti (nel caso di accollo del T.F.R. da parte dell’Aggiudicatario) e del debito contratto dalla Procedura con Istal Nuova s.r.l. ed Italbeton s.r.l., che verranno trasferiti all’aggiudicatario.

    In aggiunta a quanto sopra:

  10. Giacenze di Magazzino per prodotti finiti, semilavorati, materie prime e packaging, stimate in complessivi Euro 1.100.000,00 ai soli fini della determinazione della cauzione.

La vendita senza incanto non potrà essere inferiore al prezzo base d’asta:

LOTTO UNICO (AZIENDA) Euro 2.610.000,00
(duemilioniseicentodiecimila/00, oltre imposte di legge ed oneri di trasferimento)

pari al valore contenuto nell’offerta irrevocabile d’acquisto dell’Azienda pervenuta in data 22.06.2018 (come integrata in date 23.07.2018 e 02.08.2018) ai Curatori fallimentari.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE IRREVOCABILI E I REQUISITI DI PARTECIPAZIONE DEGLI OFFERENTI

Gli interessati dovranno far pervenire in busta chiusa la loro offerta irrevocabile non condizionata di acquisto entro e non oltre le ore 15.00 del giorno 12.09.2018, presso lo studio professionale del Curatore fallimentare avv. Luca Andretto in 37121 Verona, via Leoncino n. 16. Ogni offerta deve essere redatta in lingua italiana e recapitata in busta chiusa recante all’esterno la dicitura “Tribunale di Verona - fallimento n. 65/2018 - offerta di acquisto di azienda”.

L’apertura delle buste da parte dei Curatori fallimentari avverrà in forma pubblica presso lo studio professionale del Curatore fallimentare avv. Luca Andretto in 37121 Verona, via Leoncino n. 16, alle ore 15:00 del giorno 13.09.2018.
In caso di offerta unica, l’Azienda verrà immediatamente aggiudicata all’unico offerente.
In caso di offerte plurime si assumerà come base d’asta la più elevata tra le offerte pervenute e si procederà, nel medesimo contesto, ad una gara non formale con rilanci non inferiori a € 50.000,00 (euro cinquantamila/00).

Ulteriori informazioni

Ogni richiesta può essere rivolta ai Curatori Fallimentari all’indirizzo PEC f65.2018verona@pecfallimenti.it, ovvero agli indirizzi e-mail susanna.brun@cds-studio.it e luca.andretto@studiodindo.it, o ancora ai numero di telefono 3357525315 (Dott.ssa Susanna Brun) e 0458001884 (Avv. Luca Andretto).

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA E PUBBLICA

accesso data room

Accedi